Feeds:
Articoli
Commenti

Posts contrassegnato dai tag ‘depressione’

David Tolin - Vincere le tue paurePaura, ansia, stress post-traumatico, attacchi di panico, paura di parlare in pubblico, paure ossessive, attacchi di ansia, paure di particolari situazioni, come l’altezza, il sangue o gli animali… una persona su 3, durante la sua vita, soffre di una o più di queste paure limitanti durante la sua vita.

La buona notizia e che si può affrontare le paure e vincerle. Il Dott. David Tolin, uno psicologo molto conosciuto in USA, autore anche di programmi televisivi specifici, ha concentrato in “Vincere le tue paure”, i metodi ed i rimedi per affrontare tutti i tipi di ansie e di paure, e liberarsene. Su Amazon.com ha ricevuto una media di 5 stelle dai lettori, come potete leggere a questo link.

Read Full Post »

Le cattive abitudini alimentari fanno parte della vita di tutti noi. Un po’ per pigrizia, un po’ per fatalismo, finiamo per ignorare quelle corrette, convinti che, al limite, ci costerà qualche kilo in più, da accettare con rassegnazione…

In realtà, come spiega Scarlett Weinstein-Loison, in “Digerire bene per vivere meglio”, se non si fa caso a “cosa” e “come” si mangia, si apre la strada all’indebolimento dell’intestino, e questo, a sua volta, può causare stati di debolezza e fragilità cronici, che interessano tutto il corpo, fino ad arrivare a casi di cancro all’intestino o di depressione di origine fisiologica.

Come dicevamo all’inizio, non è mai troppo tardi per porre rimedio attraverso accorgimenti mirati che ristabiliscano la regolarità intestinale, e nel restaurino l’impermeabilità. Nel libro, l’autrice spiega con grande semplicità come si originano i disturbi, e quali accorgimenti possono portarci a ristabilirci completamente.

p.s. fino al 15 Maggio, è possibile acquistare questo libro, con lo sconto del 25%, grazie alla Promozione per la Festa della Mamma.

Read Full Post »

La vita si svolge davanti a noi come un libro aperto, in cui la morte non è il termine, ma solo un’altra pagina da sfogliare, dopo la quale il racconto va avanti. E’ questa l’impressione che si ottiene leggendo il libro “Non è un Addio”, di Paddy McMahon, in cui l’autore racconta la stessa storia della sua vita, di come si è accorto degli spiriti guida e degli angeli che ci circondano, e di come chiunque di noi possa entrare in contatto con loro.

Lungi dal considerarsi un medium, e dal comportarsi come tale, l’autore ha dovuto prima affrontare il proprio stesso scetticismo, e poi si è lasciato guidare dagli spiriti, o dagli angeli, come anche possono essere considerati, in una continua scoperta, in cui ha ascoltato storie di persone realmente vissute, e tutt’ora viventi, su un altro piano rispetto a quello materiale. Grazie a questo contatto, l’autore ha potuto scoprire cosa ci sia dopo la morte materiale, e avere risposta a tante domande che ci siamo sempre posti su cosa ci sia “dopo”.

Questo stesso cammino di scoperta viene trasmesso attraverso uno stile di scrittura leggero, franco e quando serve ironico, con le pagine che volano letteralmente tra le mani. Come le pagine della vita e della morte, che fanno parte di un unico, grande, libro.

Read Full Post »

Proprio così. Gli eventi traumatici della nostra vita, come la perdita di una persona cara, la fine di un amore, una sofferenza fisica dovuta a malattie o violenze, hanno molto spesso, come primo effetto, quello di farci sentire soli. Lo sa bene Michelle Paisley, che nella sua vita, a cominciare dall’infanzia, e attraverso tutta la gioventù, ha dovuto affrontare una serie impressionante di disavventure familiari prima, e personali poi.

“Tuttavia” come spiega in termini di una semplicità disarmante “a pensarci bene, sappiamo di non essere mai soli, di far parte di un’immensa forza d’amore che ci unisce tutti. Questa unione è lo yoga, e mi ha aiutata a superare numerose strazianti sofferenze in questa vita.”

Il contatto con la saggezza dei testi yoga, ha aiutato Michelle a “lasciare andare”, uno dei concetti della filosofia orientale alla base del superamento di sofferenze fisiche ed emotive.

Così ha deciso di raccontare, con la massima schiettezza, tutte le esperienze della sua vita, e di come si siano legate ai progressi nella sua conoscenza dello yoga, e come questo a sua volta l’abbia aiutata a star meglio. Anche se in questo preciso momento stiamo soffrendo, e non vediamo vie d’uscita, non siamo mai soli.
La scheda del libro “Yoga per guarire la sofferenza” è visibile qui.

Read Full Post »

A che punto siamo coi buoni propositi per il 2011? Stiamo mangiando in modo più ordinato? Stiamo facendo più sport? Stiamo mettendo ordine nei nostri rapporti privati e professionali?

Oppure siamo già stati travolti dalla routine e siamo già ripiombati nel solito, ingovernabile, opprimente stress, dovuto ai mille impegni del lavoro e della vita di tutti i giorni? Coi “buoni propositi” già rimandati al “prossimo nuovo anno”?

Noi pensiamo che siamo ancora in tempo per fermarci un momento, e farci aiutare a battere l’ansia, lo stress e la depressione.

Magari con la calma che deriva dalla tradizione sufi, e dal metodo del the. Per Vivere con Serenità

Read Full Post »

Abbiamo spesso parlato di libri che aiutano a “pensare positivo”, assumendo un approccio costruttivo e razionale alle varie situazioni della vita, che siano problemi di salute, lavoro, di relazioni, o tutti questi messi insieme.

Purtroppo non tutti hanno avuto la fortuna di “incontrare”, grazie magari al consiglio di un amico, uno di questi libri, e di fare poi tesoro di quanto viene suggerito. Quando si presentano vari eventi negativi, si sviluppa quindi una forma di depressione, che porta a chiedersi “Perché sempre a me?”

Una volta che questo tipo di depressione prende il sopravvento, molte persone cadono facilmente vittime di cosiddetti maghi, i quali non fanno altro che rafforzare il sospetto: gli eventi negativi vengono attribuiti a “negatività”, “malocchi”, “fatture”, e simili. Ovviamente il “mago” di turno ha la soluzione, costituita da riti magici, amuleti, filtri. I riti sono molteplici, ma hanno una cosa in comune: non sono mai molto economici. Se poi (come spesso accade) la fortuna del cliente non migliora, il “mago” ha buon gioco a convincerlo del fatto che il maleficio in questione era di un tipo molto raro e particolare, e che necessita di un rituale altrettanto particolare, e soprattutto particolarmente costoso…

Qualcosa di irrazionale, comunque, esiste. Soprattutto esiste una vasta letteratura a proposito dei riti mirati a far del male al prossimo. Per chi volesse averne un rapido riassunto, ecco nascere questo manuale: “Esorcismo”, di Franco Spinardi. Una guida chiara, schematica e sintetica, su quali tipi di magia nera esistono, e come fare a neutralizzarla. Indipendentemente dal fatto che ci si creda o no, la lettura di questo libro, anche a solo titolo di curiosità, è un interessante arricchimento per la nostra cultura generale.

Read Full Post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 3.715 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: